Seleziona una pagina

RIO BARBAIRA

SCOPERTA, DIVERTIMENTO, AVVENTURA…

prenota ora

CANYON DEL
RIO BARBAIRA

Il Canyon del Barbaira è  sicuro di uno dei Canyon più affascinanti della regione. La presenza costante di acqua, trasparente e cristallina, la roccia calcarea e chiara lo hanno trasformato in una delle mete più ambite dagli appassionati del Canyoning da tutto il mondo.  La sua discesa offre un percorso, in ambiente stupendo con vasche di color smeraldo . Un piccolo gioiello incastonato nella Valle Nervia, alle spalle dell’abitato di Rocchetta Nervina, a meno di mezz’ora dalle affollate spiagge della Riviera Ligure e a Circa un ‘ora da Nizza e dall’altrettanto nota Costa Azzurra francese. Ogni anno migliaia di persone, appassionate di torrentismo o molto più semplicemente attirate dalla bellezza dell’entroterra, delle sue acque e del gioioso borgo medioevale di Rocchetta Nervina, si riservano nel periodo estivo in cerca di emozioni .

Dettagli Percorso

LIVELLO:  MEDIO

LOCALITÀ: ROCCHETTA NERVINA (IM)

9

TEMPO DI AVVICINAMENTO: 40’

TEMPO DI DISCESA: 3ʰ 30’

Cosa portare
L’equipaggiamento individuale deve essere almeno composto da:
  • casco omologato per alpinismo (EN 12492); 
  • eventuale fischietto; 
  • muta umida in neoprene sp. 5 mm (integrale o due pezzi) o stagna ; 
  • scarpe da torrentismo o, equivalenti; 
  • imbragatura (EN 12277) eventuale pettorale; 
  • tri-longe o doppia longe, sia  di corda dinamica omologata come corda intera, o in fettuccia cucita, corredata di relativi moschettoni;
  • discensore di progressione 
  • moschettone con chiusura a tripla sicurezza; 
  •  eventuali bloccanti mobili;

il materiale ove previsto dalle norme, deve presentare obbligatoriamente la marcatura CE (dichiarazione di conformità alle esigenze secondo la direttiva europea);

L’equipaggiamento collettivo deve essere almeno composto dai seguenti elementi:
  • zaino da torrentismo;

  • eventuale  kit-boule per il trasporto corda; 

  • corde semistatiche omologate tipo A o B (EN 1891); 

  • sacca d’armo completa;

  • bidoncino stagno;

  • Ripartito nei bidoncini stagni: 

  • kit primo soccorso ;

  • viveri di emergenza ed eventuale fornellino

  • strumento idoneo alla comunicazione con le squadre di soccorso.

il materiale ove previsto dalle norme, deve presentare obbligatoriamente la marcatura CE (dichiarazione di conformità alle esigenze secondo la direttiva europea);

Informativa sulla sicurezza
r

Regolamento Canyon del Barbaira

r

TERMINI DI SERVIZIO DEL CANYON DEL BARBAIRA

LA GESTIONE

L’impatto umano sull’ambiente e la sua corretta fruizione sono alcuni dei motivi che hanno spinto gli appassionati di Torrentismo coordinati dal Club Alpino Italiano a collaborare con il Comune di Rocchetta Nervina nel riaprire al grande pubblico il Canyon del Barbaira agli appassionati del Torrentismo e dell’entroterra.  I principi che muovo l’attuale gestione del Canyon del Barbaira sono collegati ad una fruizione  del Canyon, rispettando l’ambiente, in modo etico, a promuovere l’attività del torrentismo non come gesto sportivo a se stante ma bensì, come elemento di promozione dell’entroterra, del territorio e della natura dove l’attività è viene svolta.

PRENOTA IL TUO POSTO

r

NB: L’acquisto del biglietto non comprende l’accompagnamento durante l’escursione ma solo l’ingresso!

E' possibile acquistare i biglietti anche presso:
  1. Iniziò sentiero accesso canyoning postazione fissa
  2. bar & alimentari “La favola”, di Cosimo SRL S, viale rimembranze 11, CAP 18030 Rocchetta Nervina (Im)
  3. Ristorante bar “ Da Enrico”, viale rimembranze 15, CAP 18030, Rocchetta Nervina (Im) Tel. +39 3339021228

DESCRIZIONE

L’acqua è presente per tutto l’anno, verificarne la portata prima di intraprendere la discesa. Dal ponte di Cin si percorre un breve tratto nel letto del torrente  e si giunge sulla prima verticale, un piano inclinato che può essere affrontato utilizzando l’ancoraggio in riva sinistra. Il percorso prosegue tra vasche e piccoli salti per circa 300 m fino ad un piccolo dislivello affrontabile con un salto dalla riva destra. La vasca porta ad un dislivello disarrampicabile  o superabile con una piccola calata.  Un piccolo toboga che porta a tre lunghe vasche che terminano in prossimità del salto da 12 metri. Il 12 metri è la verticale  più alta del torrente e una volta discesi nella vasca sottostante, per poi raggiungere un toboga 5 m .

Oltrepassato il toboga, si prosegue usando la “ferrata” in destra orografica al termine della quale è necessario discendere nel laghetto sottostante. Una breve marcia su terreno accidentato porta al tratto incassato denominato “le Curumbeire”. Una sequenza di tre salti 6, 3 e 7 m, intervallati da vasche ed immersi in un ambiente particolarmente affascinante, porta ad un ulteriore dislivello che calata segna il termine della parte stretta affrontabile solo esclusivamente con l’uso della corda. La progressione si trasforma  in una lunga marcia su terreno accidentato sino al Lago dei Castagni. In ulteriori 15 minuti circa si giunge alla briglia che segna il termine della discesa. Il rientro si effettua con il sentiero in riva destra che in meno di una decina di minuti porta al parcheggio in centro paese

come arrivare

ACCESSO DA BORDIGHERA - ITALIA

Uscire al casello autostradale di Bordighera, prendere la SS1 Aurelia in direzione Ventimiglia, confine di Stato. Proseguire attraversando gli abitati di Bordighera e Vallecrosia sino a giungere ad una rotatoria, qui svoltare a destra sulla SP64 in direzione Camporosso, Dolceacqua. Proseguire sulla strada provinciale, oltrepassare Dolceacqua e dopo aver attraversato un ponte, svoltare a sinistra sulla SP68. Una volta giunti in paese, proseguite sino a trovare un grande parcheggio sopraelevato, punto di partenza del percorso a piedi per raggiungere il canyon. 

ACCESSO DA VENTIMIGLIA - FRANCIA

Tramite Autostrada, dalla Statale 20 del Colle di Tenda raggiungere la città di Ventimiglia. Oltrepassare l’abitato in direzione Italia sino a giungere ad una rotatoria, qui svoltare a destra sulla SP64 in direzione Camporosso, Dolceacqua. Proseguire sulla strada provinciale, oltrepassare Dolceacqua e dopo aver attraversato un ponte, svoltare a sinistra sulla SP68. Una volta giunti in paese, proseguite sino a trovare un grande parcheggio sopraelevato, punto di partenza del percorso a piedi per raggiungere il canyon. 

ACCESSO PEDESTRE

Dal parcheggio, passando in uno stretto vicoletto raggiungere la piazza principale. Attraversare il ponte medievale, raggiungendo il vecchio abitato. Svoltate subito a sinistra , lasciatevi alle spalle il paese ed iniziate a salire lungo un sentiero che passa accanto ad una piccola chiesetta . Si prosegue,  per circa 35 minuti  si ad una biforcazione. Tralasciate il bivio a destra che incontrerete poco prima che il sentiero inizi a scendere verso il Canyon del Barbaira . Poco pochi minuti sarete al ponte di Cin luogo della partenza della discesa.

COSA STAI ASPETTANDO?

RICHIEDI INFORMAZIONI

X
X